prima di scrivere ho chiamato la signora Lia per sapere alcuni dettagli, alchè mi son dovuto presentare: lei, titubante, con un filo di voce, mi ha confidato che mai nessuno gli aveva mai fatto certe domande e che a lei non interessava il nostro articolo però ha detto “faccia lei”. Nel mio ribelle carattere di anima libera, davvero “anarchica” in tema di Trattorie, anche dalla scuola veronelliana, scaturisce una sana indole della ricerca del “puro”e, possibilmente, del genuino.
Aggiungo, anche economico, visti i tempi. Leggi PL, Pranzo Lavoro. Ecco la nostra mini Osteria con 12 tavoli: ops… ci siamo sbagliati, direte voi? No, perché queste strutture (cinquantennali, vedi lista “Ristoranti in scomparsa”) non sono attrezzate per ricevere centinaia di avventori, hanno una loro logica, forse precaria esistenza visiti i tempi. Esse si reggono sullo “Stato Familiare” e il legislatore dovrebbe agevolare queste tipologie di attività: lo dico forte del mio primo lavoro che faccio (lavoro sulla PMI e la micro impresa), queste minuscole imprese sono il perno della nostra Italia e rappresentano una specialità da tutelare.

Osteria Lia

Menù

ANTIPASTI:
– Crostini misti della casa, classici romagnoli.
PRIMI PIATTI:
– Tagliatelle
– Tortelli di erbe
– Tortelli di patate
Tutti rigorosamente fatti a mano. Condimento: ragù, burro e salvia. Parmigiano: di bastevole qualità (voto = 6);
SECONDI PIATTI
– Arrosto misto
– Carne alla Griglia (suggerisco)
– Formaggi locali (suggerisco il mitico pecorino belle Balze)
– Salumi fatti in casa: in primis il loro salame iper-genuino fatto in casa, un autentica ghiottoneria, un must del piccolo locale, una “calamita” per il sottoscritto.
CONTORNI
– Verdure cotte
– insalata
DOLCI:
– Mascarpone
– Tiramisù
– Ciambella; ecc. (nb: secondo disponibilità)
CAFFÈ E AMARI:

NEL CESTINO:
Troverai il classico pane di montagna; a volte la Lia fa pure la piadina del tipo cesenate (secondo disponibilità).

Indirizzo:
Via Cameraggio, 2
47028 Verghereto (FC)
Recapiti:
0543 – 902777
Giorno di chiusura:
Mai

Orario di Esercizio:
Pranzo e cena
Chiusura per ferie:
Mai

FAQ

Si può prenotare? Sì, anzi necessario!

Carte di Credito? Sì

Come arrivo? Da Cesena:Portarsi sulla E-45 la fatidica superstrada ricca di buchi (pochi ultimamente, strano…) in direzione Perugina. Uscire (consiglio) a Bagno di Romagna, percorrere la vecchia suggestiva bella statale. Dopo il valico di Montecoronaro, 300 mt a sx, indicazione: Via Savio. Devi salire ca. 3 km. Troverai a dx un grande bar, parcheggia lì davanti senza intralciare il passo carraio; sali a piedi gli ultimi metri: sulla dx troverai semi nascosta la Trattoria (l’insenga non si vede poichè è dall’altro lato; l’altra è sulle pietre di una casa antica ma si confonde un po’). Da Perugia: Uscire dalla E-45 a “Canili”; proseguire come sopra indicato.

Locale climatizzato? No. (Montecoronaro di Verghereto ca. sui 1000 metri: cerchi l’aria condizionata, quassù??? )

Ci sono sale all’aperto? No

Parcheggio? In zona senza vincoli, strada ripida in salita (= freno a mano!).

E’ in ombra? Si e no

Il locale è grande? Come dicevo nella breve sintetica anteprima, l’Osteria è piccola, una sola sala con una decina di tavoli, alcuni da 4 posti altri da 6.

La cucina come area: Cucina di medie dimensioni. Qualche piccolo problema nella cappa aspirante: si sentiva difatti un po’ di odore di fumo in sala

Esame dei WC/Servizi Igienici: Due servizi igienici separati, puliti perfetti; acqua calda, sapone liquido, carta per asciugarsi le mani (non esiste l’asciugatore ad aria, troppo “moderno”)(a me non piace affatto)

Target $$$: —

Addetti al lavoro: La signora Lia Piccini (Titolare), in cucina, e sua figlia. Stop.

Le valutazioni? Primi piatti: da 8 a 9 per i tortelli; da 6 a 7 per tagliatelle;
Secondi piatti: da 7 a 8.
Affettati generici: voto 7; Per il salame della casa: voto 10 e lode
Personale: 9+
Voto globale del locale: 8 e 1/2.
Gentilezza: 9+.

Target: per lavoro e per dèsio (nb: menù lavoro mediamente 12-15 €)

La Carta dei Vini? Non esiste una carta dei vini; non ho visto vini esposti. Si usa bere il vino sfuso, un vino-beverino genuino che passa-il-convento, magari si ossida un po’, ma merita il voto della sufficienza. (sapete come la penso sul vino sfuso).

La carta …dell’Acqua!!! Minerale da litro in bottiglia di vetro.

L’Olio, il sale & l’Aceto —

Miniere gastronomiche
– I tortelli alle erbette verdi, (e di patata) rigorosamente fatti a mano;
– I salumi: in particolare, il “salame fatto-in-casa”,di loro produzione (aimè, con la mia ultima visita era… finito: disdetta!!!)
“Sulla Porta”:
– 4LIVE  www.4live.it
– “Via Emilia, ristoranti e contorni”

Da vedere in zona? Tanto, innanzitutto Bagno di Romagna; San Piero in Bagno; Lago Pontini; d’inverno il compatto comparto sciistico; la sorgente del Tevere; la sorgente del Savio; le argille; il sottobosco. Suggerisco a pochi chilometri il Casentino. Giri in mountain bike per le gambe buone: percorsi da mondiale.
In definitiva? La cucina di questa piccola osteria è degna della mia attenzione.

Unico neo: il televisore nella sala, un moderno grande TV Samsung. Lo ripeto: se non ci fosse il TV, i rapporti interpersonali sarebbero migliori, esisterebbero, persino.  La televisione distrae, isola, allontana. Col galateo non si scherza: niente televisione accesa mentre si è a tavola, mai.

Voti finali:  Location (area): 9; Locale: 7; Menù: 9; Servizio: 9 ; PL: si